Ed eccoci al nostro primo appuntamento con la rubrica “cosa posso stampare in 3D
Vedremo nello specifico come la stampa 3D trova il suo utilizzo in casa e nella quotidianità.

A chi non é mai successo che si rompesse qualcosa in casa? Per esempio una manopola del forno, una maniglia o una rotella della lavastoviglie.

Oggetti che magari non vengono più prodotti e quindi risultano introvabili sul mercato o che sono comunque costosi e complicati da sostituire.
Ecco quindi che la stampa 3D ci viene incontro con la possibilità di ricreare l’oggetto su misura o modificato per correggerne eventuali difetti.

Con la stampa 3D è possibile creare oggetti personalizzati per la cucina come delle simpatiche formine taglia-biscotti per tutti i gusti e tutte le occasioni. Che sia Natale, Pasqua o il vostro compleanno!

Sempre per la cucina possiamo preparare dei porta cialde con un design particolare per rendere unica la vostra essenziale zona caffé.

Per il bagno possiamo creare dei porta saponi per ogni tipo di doccia, perchè anche la più strana merita un accessorio che segua le stesse forme.
O ad esempio ganci per i termosifoni in modo da appendere e tenere caldi accappatoi e asciugamani.

le stampanti 3D posso essere anche utilizzate per modificare o riparare i diffusissimi prodotti IKEA, leggeste questo articolo (www.ikeahakers.net)

Passiamo alla zona garage e giardino: con la stampa 3D si possono riparare quelle che sono le parti rotte o difettate di attrezzi da lavoro, o inventarne addirittura di nuove.
Con l’ausilio dei filamenti gommosi è possibile stampare guarnizioni e O-ring su misura delle macchine e impianti del giardino, parti che si deteriorano spesso e (mal)volentieri.

E per chi ama viaggiare in camper o roulotte, può affidarsi al nostro servizio per tutte le riparazioni una volta impossibili!