Gli speciali sono i materiali che sono giunti con il diffondersi della stampa 3D o quelli esclusivamente sviluppati per essa!

Il piu famoso è forse il PVA o alcool polivinilico, è un materiale solubile in acqua, interessante da usare su stampanti multi-estrusore come materiale di supporto
Non ne elencherò pro e contro perchè non è ufficialmente un materiale da stampa,
ha un costo abbastanza alto e si espande parecchio durante la stampa.

Noi rivendiamo 2 materiali di casa Bluetek (la stessa delle nostre stampanti) appositamente sviluppati per la stampa 3D:
Eco-abs, una miscela atta a emulare l’abs rendendolo più facile da stampare
PRO
leggermente elastico(risponde bene agli urti e sollecitazioni)
basso coefficente d’attrito (è facilmente lavorabile da qualsiasi estrusore)
buona resistenza termica (si ammorbidisce sopra ai 80C° fonda attorno ai 190°)
Basso ritiro durante la stampa (non necessita di piatto riscaldato)
Non produce fumi tossici (da marchio di fabbria è persino food-grade)
CON
Disponibile solo in 2 colorazioni (bianco,nero)
Costo alto (60 euro al kg)

Eco-pa, una miscela atta a imitare il nylon rendendolo piu facile da stampare
PRO
buona resistenza meccanica
buona resistenza termica (si ammorbidisce sopra ai 100C° fonda attorno ai 210°)
ottima resistenza all’usura
non produce fumi tossici
basso ritiro durante la stampa (non necessita di piatto riscaldato)
CON
debole sui piccoli perimetri e isole
espansione durante l’estrusione (rende difficili i far-traver)
necessita di ugello in acciaio (tede a “mangiare” gli ugelli in ottone)

Poi ci sono materiali come le gomme
Anche queste ricche di problematiche durante la stampa visto che è proprio la loro percentuale nell’abs a causarne il ritiro, quindi un filamento al 100% di gomma possiede un grande ritiro e scarsa adesione tra i layer
Le gomme che risolvono questi problemi sono le gomme TPE, stiamo ancora testando la gomma piu adatta e facile da stampare; c’è comunque da dire che non è possibile stampare alcuna gomma a elevate velocità e che è impossibile utilizzarle sulla maggior parte delle stampanti bowden (estrusione indiretta)

Ultimo esempio però ancora da testare è l’ASA aparso da poco sul mercato come il degno sostituto dell’abs